Gianfranco Algarotti

Gianfranco Algarotti non si occupa di musica professionalmente. La sua passione per il canto corale risale all’età giovanile, quando, frequentando l’Istituto Salesiano «San Bernardino» di Chiari (Bs), fa parte dei Pueri Cantores diretti da don William Rabolini (1930-1992), scrupoloso maestro ed appassionato educatore, oltre che compositore di numerosi canti liturgici che si eseguono ancora oggi nelle chiese italiane.
La passione per la polifonia cresce negli anni ’70 quando con alcuni amici, nell’ambito di un movimento ecclesiale, partecipa ad un coro che esegue Palestrina, Da Victoria, Bach, Händel, Mozart, laudi medievali e canto gregoriano. Nel 1989, con altri genitori di bambini che frequentano l’Oratorio di Dervio, da vita al Coro Carillon, formazione di voci bianche il cui scopo principale è ancor oggi il servizio liturgico, e che ha nel proprio repertorio anche canti popolari, spiritual e musica leggera. La direzione del Coro Delphum gli impone fin dall’inizio un costante lavoro di apprendimento e di confronto che svolge frequentando i Maestri Francesco Sacchi e Angelo Mazza. Successivamente partecipa a diversi laboratori corali sotto la direzione dei Maestri Mauro Pedrotti, direttore del Coro della SAT di Trento, e Bepi De Marzi. Recentemente ha intrapreso un percorso collaborativo con il Maestro Alessio Benedetti.