Non potho reposare

da "A Diosa" – Testo di Sarule Barore Sini – Musica di Giuseppe Rachel 

Non potho reposare, amore ‘e coro
pensende a tie soe donzi momentu.
No istes in tristura, prenda e oro,
né in dispiaghere o pensamentu.
T'assicuro ch'a tie solu bramo,
ca t'amo forte t'amo, t'amo, t'amo.
T'assicuro ch'a tie…

Amore meu, prenda de istimare,
s'affettu meu a tie solu est dau;
s'are iuttu sas alas a bolare,
milli bortas a s'ora ippo bolau;
pro benner nessi pro ti saludare,
s'attera cosa non a t'abbissare.
Pro benner nessi pro ti…

Si m'esseret possibile d'anghelu
d'ispiritu invisibile piccabo
sas formas; che furabo dae chelu
su sole e sos isteddos e formabo
unu mundu bellissimu pro tene,
pro poder dispensare cada bene.
Unu mundu bellissimu…

 


[traduzione]

Non posso riposare, amore del mio cuore!
Penso a te ogni momento.
Non essere triste, gioiello d'oro,
né in dispiacere o in pensiero.

T’assicuro che desidero solo te, che t'amo fortemente, t'amo, t'amo, t'amo.

Amore mio, gioiello inestimabile,
il mio affetto è solamente per te;
se avessi avuto le ali per volare, volerei da te mille volte in un’ora
per venire almeno a salutarti, o solamente per vederti.

Se fosse possibile prendere le forme di un angelo
o di uno spirito invisibile,
ruberei dal cielo il sole e le stelle e formerei
un mondo bellissimo per te, per poterti dispensare ogni bene.